... motori che non partono!

Tutto sui modelli a propulsione termica
Regole del forum
In quest'area è consentito aprire discussioni riguardanti aeromodelli con motore a scoppio, è possibile parlare sia dell'assemblaggio degli ARF che del volo degli stessi

... motori che non partono!

Messaggioda reggiane2005 » 16 gennaio 2012, 13:57

messaggio pervenutomi da aeromodellismo@yahoogroups.com che può essere utile.

"Ragazzi,

sabato al campo ho passato 1.5 ore tentando di mettere in moto uno ZDZ a benzina da 50 cc; il problema era che il motore era fermo da 4-5 mesi e la membrana non faceva passare benzina; solo mettendo benzina dentro al clilindro togliendo la candela 3 volte sono riuscito a farlo partire; la mia domanda è: esiste un modo per evitare che la membrana del carburatore si incolli a causa di periodi di inattività?

Grazie molte,

Stefano Del Ghianda"
Giovanni Chiarlone

RICORDA KI PARLA MALE DI ALTRI CON TE, LO FA' CON ALTRI SU DI TE
La sicurezza non è un optional.
Avatar utente
reggiane2005
Soci
Soci
 
Messaggi: 904
Iscritto il: 16 gennaio 2008, 0:23

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda reggiane2005 » 16 gennaio 2012, 13:59

ed ecco la risposta che ritengo utilie.

"ciao Stefano
quando lasci il motore prevedendo un periodo di inattivita', metti un po' di olio di Molibdeno e fai girare a mano per distribuirlo dappertutto dentro al motore.
Viene venduto anche sotto forma di ampolle con il nome commerciale di " after run"
ciao

maurizio"
http://www.mauriziomartinucci.com
maumarti@mauriziomartinucci.com
Giovanni Chiarlone

RICORDA KI PARLA MALE DI ALTRI CON TE, LO FA' CON ALTRI SU DI TE
La sicurezza non è un optional.
Avatar utente
reggiane2005
Soci
Soci
 
Messaggi: 904
Iscritto il: 16 gennaio 2008, 0:23

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda giulianobettin » 16 gennaio 2012, 14:26

Nei motori a benzina, diversi dal Glow, l'uso dell' After Run non sortisce gli stessi effetti,(secondo me) bisognerebbe comportarsi come nei motorini lasciando la miscela nel serbatoio se il modello viene conservato in piano (con le ruote per terra) oppure conservando un piccolo quantitativo di benzina nel serbatoio se si "stiva" l'aereo in piedi (con l'ogiva per terra) come haimè faccio io :trilly: questo è quello che ho imparato avendo avutoi lo stesso problema dell'amico Stefano.
«Mai interrompere qualcuno che sta facendo ciò che han detto che non poteva essere fatto.»
Avatar utente
giulianobettin
Second Air Force
Second Air Force
 
Messaggi: 2242
Iscritto il: 16 gennaio 2008, 9:02

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda Angelo_M » 16 gennaio 2012, 14:40

Questo era lo stesso problema che aveva mio padre sulla sua regata con impianto gpl. Dopo diversi giorni, alcune volte anche mesi, che andava solo a gas, quando passava a benzina erano dolori, il motore non voleva andare. Il problema erano le membrane della pompetta a/c che si ingottivano quando per lungo tempo non venivano bagnate dalla benzina, quindi il meccanico gli consigliò di fare fare alla macchina una quindicina di kilometri a benzina almeno una volta alla settimana! Comunque, se non ricordo male, anche Dario ebbe una volta lo stesso problema con il motore a benzina del suo zero ed in quella occasione qualcuno mi disse che per ovviare a questo inconveniente non bisognava svuotare il serbatoio, diversamente da come si fa con i motori glow, quindi cio' che dice Giuliano per me trova riscontro. :ok:
:--)
Angelo M

"Propellers are notorious for inflicting serious bodily harm while vigorously defending their space" George Aldrich

http://www.youtube.com/watch?v=XB8f6h4FrqU
Avatar utente
Angelo_M
Soci
Soci
 
Messaggi: 949
Iscritto il: 19 luglio 2009, 17:50

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda Rosso_5 » 16 gennaio 2012, 20:30

io per questi motivi preferisco usare motori totalmente in metallo e
che nn hanno nessuna parte in plastica gomma eccc.
e che abbiano il numero minimo di organi meccanici in movimento possibile per poter girare :mrgreenv:
Mai usato preservante in vita mia :geekv:
Avatar utente
Rosso_5
Soci
Soci
 
Messaggi: 2707
Iscritto il: 4 gennaio 2009, 19:06
Località: Atollo di Tarawa

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda reggiane2005 » 16 gennaio 2012, 20:31

quest'altra risposta rimette tutto in discussione....

"La membrana è incollata dalll'olio rimasto in seguito dell'evaporazione della benzina.
L'after run si usava per proteggere i motori glow dalla corrosione. Nei benzina è nocivo.
La soluzione migliore è quella di usare la percentuale di olio corretta (2/2.5% non di più), usare l'olio migliore in commercio (Stihl Ultra HP) e in previsione di prolungato inutilizzo, spegnere il motore facendo finire la miscela, così da ridurre al minimo i residui di olio all'interrno del carburatore.

Ciao

Roberto"
Giovanni Chiarlone

RICORDA KI PARLA MALE DI ALTRI CON TE, LO FA' CON ALTRI SU DI TE
La sicurezza non è un optional.
Avatar utente
reggiane2005
Soci
Soci
 
Messaggi: 904
Iscritto il: 16 gennaio 2008, 0:23

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda Dario » 16 gennaio 2012, 20:48

Angelo_M ha scritto:Comunque, se non ricordo male, anche Dario ebbe una volta lo stesso problema con il motore a benzina del suo zero ed in quella occasione qualcuno mi disse che per ovviare a questo inconveniente non bisognava svuotare il serbatoio...

quel qualcuno ero io ;)

Angelo_M ha scritto:...quindi cio' che dice Giuliano per me trova riscontro. :ok:
:--)

quello che dice Giuliano...gliel'ho suggerito sempre io :lolv:

Prima di fare il mestiere che faccio ora, per alcuni anni ho fatto il meccanico di automobili, di pompe benzina ne ho cambiate a bizzeffe, il motivo della "rottura" era sempre lo stesso, ossia membrana ingottita (e crepata) con conseguente gocciolamento di benzina sul motore (e altissimo pericolo d'incendio :mado: ).
Le auto a cui cambiavamo il 99,9% delle pompe erano alimentate a doppia alimentazione, gpl/benzina, il perchè si ingottiscono con la conseguente rottura di queste membrane è ovviamente dovuto alla "secchezza" delle stesse perchè si interrompeva il flusso della benzina alla pompa mentre continuava a lavorava sempre e comunque, anche quando si marciava a gas. Solo successivamente furono fatte delle modifiche sugli impianti affinchè, mentre si marciava a gas, la pompa lavorasse sempre e con benzina, in pratica a circuito chiuso con il serbatoio senza passare dal carburatore.

Anche se i nostri motori non vanno a gas, Il problema sui nostri motori a benzina (e che tutti hanno la pompa) è più o meno il medesimo, succede perchè dopo giorni di inattività la membrana si secca e smette di funzionare a dovere, o non funziona per niente. Questo è dovuto al fatto che la benzina evapora molto velocemente, provate a mettere della benzina in una tazzina di caffè e dopo una settimana (se è estate anche meno) andate a vedere quanta ne è rimasta, mi raccomando, non usate un bicchiere di plastica perchè altrimenti non trovate neppure quello :naso:

Come cerco di rimediare? (o almeno cerco a farlo)
anzitutto non svuotando completamente il serbatoio, perchè svuotarlo?
sulle nostre auto o sulle nostre moto (o scooters), se prevediamo di lasciarla inattiva per mesi non andiamo mica a svuotare il serbatoio no?!
quindi sul nostro modello lasciamoci almeno metà serbatoio e di tanto in tanto se abbiamo la possibilità di metterlo in moto sarebbe l'ideale, altrimenti almeno un paio di volte a settimana andate sull'elica e fatela girare per un bel po in modo che la benzina arrivi nuovamente a "bagnare" tutto circuito di alimentazione, lo so che è un rompimento di palle, ma per ora il metodo funziona.

Se invece siamo certi di non dover usare il nostro motore a benzina (e che non va usato alcun after-runner) per l'intera stagione invernale, suggerisco di procedere così (metodo già collaudato sui miei motori marini quandi li dovevo lasciare fermi per tutto l'inverno):
armatevi di una bella siringona di olio motore, quello che usate normalmente per la miscela va benissimo, togliete la naca motore, mettete il motore in moto e facendo molta attenzione dovete cercare di far entrare l'olio dalla farfalla dell'aria del carburatore mentre il motore sta girando al massimo, dopo brevissimo tempo il motore si fermerà perchè ormai "ingolfato" dall'olio, quest'olio preserverà fino alla prossima stagione tutta la parte meccanica del motore.
Per il carburatore e circuito di alimentazione (guarnizioni, O-ring, membrane ecc) fate più o meno simile, tramite la siringa inserite dell'olio sull'aspirazione del carburatore e fate girare l'elica sino a che siete sicuri che sia penetrato in fondo (non volevo usare "penetrato" ma non trovo altre parole :lolv: ).
Ma se per il prossimo anno ci mettiamo il kit nuovo delle membrane non sarebbe una cattiva idea, tanto costano poco!!!
Avatar utente
Dario
Second Air Force
Second Air Force
 
Messaggi: 2358
Iscritto il: 8 settembre 2008, 19:08

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda natello » 18 gennaio 2012, 18:35

salve amici scusate il tardivo intervento ma leggendo non ho resistere dall'itervenire come mi ero riproposto di fare sul forum
allora quanto dico è solo frutto della mia modesta esperienza nel settore (non ho fatto il meccanico ne ho letto libri in proposito)
nella maggior parte dei casi quando un motore a benzina due tempi non parte dopo una lunga pausa nel 90% dei casi non sono le membrane che si appiccicano ma i depositi di olio nel filtro posto all'interno del carburatore stesso che fanno da tappo impedendo al carburante di passare a sazzietà,ho avuto ed ho ancora motori fermi anche da anni per scrupolo ho cambiato le membrane è conservo ancora tutte le vecchie membrane e vi assicuro che non una di esse si è ingottita o rovinata il modo migliore (sempre a mio parere) di conservare i motori efficienti è quello di far consumare tutto il carburante fino allo spegnimento del motore tenendolo al minimo,conservare i modelli a testa in giu è un gravissimo errore specie se per lungo tempo in inverno poichè i tubicini dei pendolini non sono siliconici curvandosi all'inizio si induriscono e ne prendono la forma inreversibile amecochè non si usino dei tubi che non conosco il loro nome so solo che sono di gomma nera difficili da reperire (io ne sono ancora in cerca )
esenpio pratico: l'extra 260 x di peppe è rimasto nella sua rimessa a testa in giu per circa quattro anni prima che io ne prendessi possesso non ho canbiato membrane non ho cambiato tubi e se non fosse per la centralina sarebbe partito ai primi colpi, per la moltitubine di motori in mio possesso in servizio,facendoli volare a turno passano mesi prima che li rimetta in moto di nuovo eppure vanno tutti in perfetta forma
spero di essere stato utile in qualche modo
ciao
donato lodeserto
natello
Fourth Air Force
Fourth Air Force
 
Messaggi: 432
Iscritto il: 27 gennaio 2008, 20:22

Re: ... motori che non partono!

Messaggioda Rosso_5 » 18 gennaio 2012, 20:33

La storia del modellismo , dell'agricoltura e dei taglialegna insegna che i piccoli motori a benzina sono semplicemente una inesauribile fonte di guai.
invece bisognerebbe che ognuno di noi su questo pianeta dovrebbe dedicare la propria esistenza
solo su motori a benzina montati su macchine sportive ma solo del tipo
serie 116 con seriali stampignati sopra che iniziano con AR 1608 e progressivi. :mrgreenv:

Ecco un video di un1608 alfaromeo al banco prova con elaborazioni concettuali esasperate.

http://www.youtube.com/watch?v=5hgHeMJU ... ure=relmfu

Eccolo montato su una serie 116 trattasi della leggendaria Alfetta GTV 200 L del 1978

http://www.youtube.com/watch?v=KrkOHRPN ... ideo_title

Ed ecco una vera L'alfa Romeo in pista :geekv:

http://www.youtube.com/watch?v=kt6480lh ... ideo_title

che il dio vulcano mi perdoni per questo OT.
Avatar utente
Rosso_5
Soci
Soci
 
Messaggi: 2707
Iscritto il: 4 gennaio 2009, 19:06
Località: Atollo di Tarawa


Torna a Realizzazione e Volo di aeromodelli a scoppio